Pesca del Pesce Persico: Tutto a Riguardo!

pesca del pesce persico
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La pesca del pesce persico è una pesca divertente che interessa moltissimi pescatori attirati dalla bontà delle sue carni.

Il pesce persico reale, o semplicemente persico, è un pesce originario dell’Europa centro settentrionale e dell’Asia occidentale.

Di acqua dolce fu importato in Italia intorno al ‘700 dalla Svizzera.

Appartiene alla famiglia dei Percidi dell’ordine dei Perciformes.

Il pesce persico predilige acque con correnti molto deboli, come i laghi.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il corpo del pesce persico è piuttosto tozzo e ovale ma presenta un dorso arcuato.

Ha un colore verdastro con striature scure, le pinne pettorali sono giallastre mentre il ventre resta bianco.

Può arrivare a raggiungere i 60 cm di lunghezza ma in media non supera i 20 cm e al contrario di di altri percidi vive fino ai 21 anni.

Nel periodo tra aprile e maggio, quando la temperatura ambientale sarà adatta, depone le sue uova.

Predilige zone con acque basse e tanta vegetazione acquatica come radici o alghe, dove le uova possono essere protette da nastri di muco rilasciati dalle femmine.

Le uova hanno un diametro di circa 2 mm e dopo 2-3 settimane nascono le larve di una grandezza di circa 5mm che, dopo aver riassorbito il sacco vitellino, si riuniscono lungo le rive.

All’inizio le larve si ciberanno di plancton poi crescendo diventano predatori e andranno a mangiare altri pesci o crostacei.

TIPOLOGIE DI PESCE PERISICO

In Italia possiamo trovare solo il persico reale, di cui ho già parlato, ma ci sono altre due tipologie di questo fantastico pesce!

IL PESCE PERSICO AFRICANO

Appartenente alla famiglia dei Latidae lo troviamo in commercio in tutta Italia ma la sua provenienza è sempre estera.

Viene chiamato anche persico del Nilo per la sua diffusione nei principali fiumi africani.

Le carni di questo pesce sono meno pregiate rispetto al persico reale infatti anche il costo è nettamente minore.

Si distingue facilmente dal persico reale dato che ha dimensioni maggiori e la sua carne ha un colore rosa più intenso rispetto al reale.

Il persico africano inoltre possiede delle fauci più grandi e una gobba più pronunciata.

La sua carne è adatta a moltissime ricette e ha pochissime calorie.

IL PESCE PERSICO SPIGOLA

Nonostante il nome il persico spigola, o persico di mare, non ha molto a che fare con le altre due tipologie.

Infatti risulta essere un ibrido tra il morone chrysops e il morone saxatilis.

Assomiglia di più alla spigola sia come gusto che come aspetto.

È un pesce che viene considerato piuttosto pregiato ed è allevato nei mercati ittici europei

pesca del pesce persico
Pesca del Pesce Persico

PESCA DEL PESCE PERSICO

Il pesce persico viene considerato un pesce moto divertente da pescare dato la sua rapidità nel attaccare l’esca e fuggire.

Oltre al suo temperamento ciò che rende il pesce persico così interessante per i pescatori è la bontà delle sue carni.

Nella pesca sportiva vengono utilizzate quasi tutte le tecniche per pescarlo: si usano esche come i bigattini e i lombrichi ma anche a pesce vivo o morto.

Si usano spesso anche le esche artificiali come i cucchiaini, le mosche, i vermi di gomma e i minnow per le tecniche dello spinning e della pesca a mosca.

Un aiuto davvero importante arriva dell’ecoscandaglio che permette di scoprire i banchi di persici presenti nei laghi.

L’ecoscandaglio in questi casi mostrerà una palla di forma irregolare che può stazionare in diverse fasce d’acqua in base al periodo in cui usciamo in battuta.

Grazie alla sua voracità attirare l’attenzione del pesce persico è molto facile: basterà calare l’esca nella zona calda e, se sono persici, attaccheranno sicuramente.

ATTREZZATURA

L’ideale con i persici è una canna molto sensibile che ci permette di sentire subito i movimenti e le mangiate anche dei pesci più piccoli.

Le montature in questo caso sono indifferenti, ci si può sbizzarrire.

Ricordati sempre che il persico attaccherà l’esca due volte: una per uccidere e l’altra per ingoiare la preda.

La vera difficolta nella pesca del pesce perisco è trovare il branco.

Predilige esche vivaci in movimento.

LE PROPRIETA’ NUTRIZIONALI DEL PESCE PERSICO

I benefici maggiori che porta mangiare la carne del pesce persico riguardano le proteine e gli acidi grassi insaturi.

Questi due componenti influiscono positivamente sulla nostra salute.

Il persico è un pesce che dal punto di vista nutrizionale è molto ricco di vitamine e minerale che aiutano il metabolismo e gli antiossidanti a svolgere il loro lavoro.

Oltre a questo è un pesce che, ricco di micronutrienti, aiuta a mantere in salute le ossa e i denti.

È consigliato non mangiare troppo persico dato che la sua carne è ricca di grassi saturi e colesterolo che danneggiano cuore e arterie.

Parlando di numeri: in 100 grammi di pesce persico ci sono circa 91 kcal, 82 dalle proteine e le restanti 9 dai lipidi.

Inoltre, sempre in 100 grammi, si possono trovare:

  • 79,16 g di acqua
  • 19,33 g di proteine
  • 1 g di lipidi
  • 30 UI di vitamina A
  • 1,67 mg di vitamina C
  • 1,5 mg di vitamina B3 (niacina)
  • 0,167 mg di vitamina E
  • 0,167 mg di vitamina B2 (riboflavina)
  • 0,167 mg di vitamina B6
  • 5 µg di folati
  • 1,83 µg di vitamina B12
  • 0,617 µg di vitamina K
  • 268 mg di potassio
  • 200 mg di fosforo
  • 80 mg di calcio
  • 65 mg di colina
  • 62 mg di sodio
  • 30 mg di magnesio
  • 1,17 mg di zinco
  • 0,833 mg di ferro
  • 0,667 mg di acido pantotenico
  • 0,667 mg di manganese
  • 0,167 mg di rame
  • 12,7 µg di selenio.

Qui lascio il link dei valori più dettagliati nel caso fossi interessato -> http://www.valori-alimenti.com/nutrizionali/tabella15060.php

Continua a seguire WildSocietyApp per scoprire tutto sulla caccia e sulla pesca!

Altro dal blog

Torna su