Licenza di Tipo B Dove Posso Pescare?

licenza di tipo b dove posso pescare
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Licenza di Tipo B: Dove Posso Pescare? Prima di partire per una battuta di pesca è necessario munirsi della licenza b. Che cos’è? Come la ottengo? 

Prima di parlare nello specifico della licenza che ci interessa è bene fare il quadro generale.

Le licenze di pesca sono divise in due macro sezioni: acque interne e acque marine, che si suddividono a loro volta in altre sezioni.

Per quanto riguarda la pesca in mare basta richiedere gratuitamente la licenza tramite l’iscrizione alla sezione dedicata del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Per quanto riguarda le acque interne il discorso risulta un po’ più complicato dato che sono suddivise in diverse tipologie.

TIPOLOGIE DI LICENZA

In Italia si possono trovare diverse tipologie di licenza e sono suddivise nel seguente modo:

Licenza di tipo A:

Questa licenza è riservata solo a coloro che pescano per professione infatti per ottenerla, oltre alla normale documentazione, è richiesto un esame di idoneità e la dimostrazione dell’esistenza dell’impresa.

Licenza di tipo B:

È una licenza dilettantistica che consente la pesca in tutto il territorio nazionale per un anno dopo il versamento della somma imposta dalla propria regione di residenza. 

Licenza di tipo C:

Non presente in tutte le regioni questa licenza è sempre dedicata alla pesca dilettantistica ma invece che valere un anno vale 15/30 giorni in base alla regolamentazione della propria regione di residenza.

Licenza di tipo D

Come per la C anche la D non è presente in tutte le regioni, in quelle presenti ha validità e utilizzi diversi.

In Veneto è per gli stranieri residenti all’estero mentre in Toscana autorizza per un solo giorno nelle manifestazioni agonistiche.

COME OTTENERLE?

Essendo che ogni regione ha costi e regolamenti diversi prima di tutto è bene informarsi nello specifico di ciò che la propria regione richiede.

Generalmente per poter pescare bisogna essere in possesso di:

  • Licenza di pesca
  • Documento di Identità valido
  • Tesserino segna-catture (dove richiesto)
  • Permesso dell’area/riserva di pesca (dove richiesto)

Ad esempio per ottenere la licenza di tipo B in Lombardia basta la ricevuta del versamento della tassa annuale di concessione regionale su cui devono essere riportati:

  • i dati anagrafici e Codice Fiscale del soggetto che effettua il versamento
  • la causale del versamento: “tassa pesca – licenza tipo B”.
  • Codice direzione generale di riferimento: M1

Il costo della tassa solitamente varia tra i 20 e 40€ e deve essere pagata su un conto corrente apposito definito dalla regione dove si risiede.

licenza di tipo b dove posso pescare
Licenza di tipo B dove posso pescare?

Quindi in sostanza:

LICENZA DI TIPO B DOVE POSSO PESCARE?

Non c’è una risposta semplice e concisa a questa domanda perché bisogna tenere conto di diversi fattori.

Generalmente ovunque esclusi i laghetti privati a pagamento, ma dipende da regione a regione.

A volte bisognerà munirsi di altri permessi come: la tessera FIPSAS, permessi specifici rilasciati dal titolare della concessione, diritti esclusivi di pesca o permessi generici ulteriori.

Ciò che consiglio è: una volta muniti del proprio permesso, scegli luogo e pesce da pescare (dato che ci sono periodi dell’anno in cui una specie può essere vietata) e informati se ci sono permessi aggiuntivi.

A questo sito potete trovare tutte le acque per cui serve la tessera FIPSAS -> https://www.fipsas.it/acque-impianti-e-ambiente/acque-e-impianti/ricerca-acque

Scoprì tutto ciò che c’è da sapere sulla pesca! Scarica WildSocietyApp ed entra nella nostra community!

Altro dal blog

Torna su