Dove Si Può Pescare Senza Licenza?

dove si può pescare senza licenza
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Dove Si Può Pescare Senza Licenza? Ci sono dei luoghi in cui è possibile? È legale? Come posso farlo? Scopri tutto in questo articolo!

La pesca esiste ormai da millenni ed ha permesso e tuttora permette oltre che di procurare cibo, anche di essere svolta in maniera ricreativa.

Quando parliamo di pesca infatti non intendiamo solo la pesca per cibarsi, bensì un’attività ed un passatempo di moltissimi appassionati

Questo passatempo è in grado di unire diverse generazioni tra loro, basti pensare alla classica pesca padre figlio, tramandata in generazioni.

Non tutti sanno però che pescare non è sempre facile, non per i pesci ma per le licenze necessarie.

Le Licenze di Pesca

Quando parliamo di pesca tutti dovremmo sapere che c’è bisogno di una licenza per poterlo fare legalmente.

Innanzitutto è bene dire che per pescare in maniera legale esistono due tipi di licenze:

  • La Licenza A riservata ai professionisti
  • La Licenza B riservata ai dilettanti

La Licenza A non è altro che un tesserino che viene rilasciato dalla regione a chi ha superato l’esame di idoneità all’esercizio della pesca professionale.

L’esame viene svolto al termine di un corso realizzato dall’ente territoriale.

La Licenza ha una durata decennale ma per averla è necessario il pagamento di una tassa annuale che ammonta mediamente a 45 euro ma che varia di regione in regione.

Se non viene pagata la tassa sarà vietata la pesca al titolare della licenza.

La Licenza B invece, riservata ai dilettanti, consiste nel semplice versamento di una tassa annuale che varia da regione a regione ed ha una durata di 12 mesi.

La licenza presenta diverse agevolazioni, è gratuita per i minori di 18 anni e per chi ne ha più di 65 come per i portatori di handicap con il solo utilizzo della canna.

Dove Si Può Pescare Senza Licenza? Come Pescare Legalmente in Fiumi e Laghi!

Quando si parla di pesca, ogni regione stabilisce dei limiti per poter pescare in maniera legale nelle proprie acque.

Queste limitazioni riguardano il periodo, la specie e le dimensioni massime che si possono pescare.

Ciò non toglie però che anche all’interno della stessa regione ci possono essere dei limiti diversi da un fiume all’altro o da un lago all’altro.

Ad esempio in Lombardia, e nello specifico nel lago d’Iseo, non è mai possibile pescare l’alborella mentre è invece possibile pescarla nei laghi di Endine e Gaiano, in provincia di Bergamo, dal 20 maggio al 20 giugno.

Ci sono però altri limiti ai quali prestare attenzione che riguardano il numero di ami, naturali o artificiali, gli orari ed il numero o peso complessivo di pesci da pescare.

Dove Si Può Pescare Senza Licenza? Pescare in Mare

Chi vuole pescare in maniera legale in mare come dilettante può ottenere un permesso gratuito obbligatorio registrandosi al sito del Ministero delle Politiche agricole.

Non fa differenza il luogo di pesca in quanto è possibile pescare sia da terra sia da un natante.

A registrazione avvenuta si potrà stampare l’autorizzazione da portarsi sempre dietro quando si va a pescare. 

E’ molto importante non dimenticarla mai a casa, si rischia infatti una multa fino a 2.000 euro. 

Se la pesca è la tua fonte di reddito allora il discorso cambia di gran lunga, infatti avrai bisogno di una licenza che ti autorizzi all’esercizio dell’attività professionale.

Può essere rilasciata all’armatore di un’imbarcazione che sia iscritto nei registri delle imprese Ittiche.

La licenza comporta il pagamento di una tassa governativa, ha una durata di 8 anni ed è rinnovabile su richiesta.

I dati relativi all’armatore, al proprietario e alla nave finiscono in un archivio elettronico delle licenze di pesca che serve per tenere sotto controllo la flotta peschereccia italiana.

Oltre a questa licenza esistono dei permessi specifici per chi opera in impianti di acquacoltura (i cosiddetti allevamenti) o che utilizzano un’imbarcazione come appoggio per la pesca subacquea professionale.

dove si può pescare senza licenza

Dove Si Può Pescare Senza Licenza? Gli Attrezzi Consentiti

I neofiti potranno pensare che basti una canna e qualche esca per procedere con la propria attività di pesca.

Sicuramente sono due strumenti utilissimi alla causa ma non sono gli unici.

Infatti ci sono diverse tecniche ed attrezzi che sono utili alla causa e di cui è importante munirsi.

Qui sotto una lista di attrezzature che puoi usare per la tua attività di pesca:

  • lenze fisse, massimo di cinque canne con non più di tre ami ciascuna;
  • lenze morte;
  • bolentini a non più di tre ami;
  • coppo;
  • bilancia, di lato non superiore ai sei metri;
  • ghiaccio di perimetro non superiore ai 16 metri;
  • correntine a non più di sei ami;
  • lenze e canne per cefalopodi;
  • rastrelli da usare a piedi;
  • lenze a traino;
  • nattelli per la pesca in superficie;
  • fiocina a mano;
  • palangari fissi o derivanti con non più di 200 ami per barca;
  • nasse (non più di due per barca);
  • fucile subacqueo (vietato ai minori di 16 anni).

Scopri molto si più sulla pesca qua su WildSocietyApp!

Altro dal blog

Torna su