DOVE ANDARE A CACCIA DI BECCACCE

DOVE ANDARE A CACCIA DI BECCACCE
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Dove andare a caccia di beccacce?

La caccia alla beccaccia, o meglio detta “la Regina dei boschi”, è una delle  cacce più stimolanti per gli appassionati di cinofilia grazie all’imprevedibilità che contraddistingue questo volatile.

L’ ambiente in cui la troviamo risulta spesso ostico e quindi è richiesto un certo impegno da parte nostra e del cane, che deve essere molto abile nel fare il meno rumore possibile per non spaventarla.

Essendo una caccia tecnica e difficile non sempre porta buoni risultati in termini di carniere, ma  la sfida che ti propone è davvero allettante, e, in caso di successo, ti porterà grandi soddisfazioni.

Il bosco di collina/montagna risulta sempre l’habitat preferito da questo volatile che si stanzia in quasi tutte le tipologie di bosco ma apprezza particolarmente le conifere.

Le beccacce migrano in Italia in ottobre e rimango nella nostra penisola fino a febbraio/marzo spostandosi da Nord a Sud in base al clima.

Se la stagione risulta molto piovosa prediligeranno gli angoli più in alto e all’asciutto, se invece la stagione risulta secca si fermeranno dove il suolo è più fresco, ombreggiato e con vegetazione più fitta.

Spesso si possono trovare beccacce anche nelle fitte pinete, ma il tiro, a causa della scarsa luce e visibilità, diventa difficoltoso e forse è proprio questa costante che ci fa amare così tanto la caccia alla Regina.

La beccaccia essendo uno scolopacidae ha bisogno di terreno morbido che le permetta di affondare il becco alla ricerca dei tanto amati vermi, si troverà quindi in zone umide ma non dove l’acqua affiora in superficie.

Nel periodo dello svernamento le troveremo nei boschi variopinti di media collina, intorno ai 500 metri di altitudine, anche se nel caso di inverni molto freddi, nevicate e/o gelate le potremmo trovare anche in pianura lungo le rive dei fiumi o fossi. 

Gli elementi dove la beccaccia ama rimettersi durante il giorno possono essere: tronchi caduti, cespugli, gruppi di ginestre, vecchie carbonaie ma soprattutto dove trova terreno ricco di humus e quindi morbido.

Un’altro fattore da non trascurare quando cerchi di capire dove andare a caccia di beccacce è l’esposizione al sole e ai venti rispetto alle rotte migratorie, nel primo periodo autunnale i versanti esposti a nord-est verranno prediletti da questi volatili.

Avanzando con la stagione invernale privilegeranno luoghi esposti a sud assolati per gran parte del giorno, sono volatili che amano il clima temperato senza eccessivi sbalzi di temperatura. 

Ricordiamoci però che la beccaccia è un animale notturno, vive e si alimenta fino all’alba per poi passare il giorno nei boschi a digerire e sonnecchiare.

Zone dalla vegetazione bassa e con buona esposizione al sole rappresentano luoghi ideali nelle fredde giornate invernali. Nei periodi molto piovosi andranno in spazi più aperti come boschetti radi, spallette o frutteti abbandonati dove il fogliame a terra la farà sentire al sicuro e protetta.

Sicuramente la beccaccia cercherà sempre zone con un rapido punto di entrata e, in caso di pericolo, una veloce via di fuga senza ostruzioni per il volo.

Capita anche che penetrino nelle zone folte quando sento avvicinarsi qualche pericolo.

Sicuramente riconoscere il sottobosco più idoneo alla loro vita può aiutarci a trovare la beccaccia.

E’ un volatile che apprezza moltissimo i terreni ricoperti di muschio e borraccina sotto i quali si trovano parecchi vermi, vale anche per i terreni rocciosi poiché tra le pietre il terreno resta umido e si possono trovare molti invertebrati di cui nutrirsi.

A volte le possiamo trovare in zone apprezzate anche dalle coturnici nell’Italia meridionale ma anche nell’area carsica dei Balcani.

Direi che a questo punto si possono delineare le zone in cui si può andare a caccia di beccaccia.

Le caratteristiche principali di questi luoghi sono: tranquillità, abbondanza di cibo, terreno morbido, facili vie di fuga, sole e ombra nella stessa quantità e la possibilità di mimetizzarsi dai predatori.

Dove andare a caccia di beccacce in Italia?

Qui di seguito voglio consigliarti le riserve dove si caccia la beccaccia qua in Italia:

  • Riserva di caccia Tenuta Bonicelli, provincia di Cuneo, una tra le riserve più note del Piemonte, grazie ai suoi boschetti la beccaccia si trova piuttosto facilmente.
  • Riserva di caccia Il Muto di Gallura, provincia di Olbia Tempio, presenta un territorio piuttosto aspro che metterà alla prova cacciatore e cane ma da molte soddisfazioni
  • Riserva di caccia La Lavagnina, provincia di Alessandria, zona collinare con vigneti alternati a prati, boschetti, bordure e siepo. qua la beccaccia si trova nella stagione della migrazione.
  • Riserva di Caccia Valle di Fiordimonte, provincia di Macerata, alterna zone boschive s piccoli fondovalle con torrenti.
  • Riserva di Caccia Monteacuto Migliola, provincia di Alessandria, area collinare con boschetti, campetti e dolci vallate. la beccaccia si trova facilmente nei periodi di migrazione.
  • Riserva di Caccia G. Boscaglia, provincia di Siena, grazie alla massiccia presenza di boschi la beccaccia sarà facile da trovare.
  • Riserva di Caccia Bucone, provincia di Viterbo, piccoli boschi e corsi d’acqua stagionali consentono la sosta della beccaccia in questa riserva.
  • Riserva di Caccia Fondaccio, provincia di Viterbo, la tipologia del territorio presente in questa riserva è apprezzatissima dal nostro volatile e dona anche parecchie soddisfazioni cinofile.
  • Riserva di Caccia San Salvatore, provincia di Viterbo, è una delle riserve più apprezzate in Lazio proprio per la beccaccia che nella rotta di migrazione ci si ferma.
  • Riserva di Caccia Carbonara, provincia di Viterbo, area collinare con boschetti, campetti e vallate. Nel suo periodo di migrazione la beccaccia si trova molto facilmente.
  • Riserva di Caccia La Quercia, provincia di Modena, un’area collinare con fondovalli umidi e boschivi accoglie una grande quantità di beccacce.
  • Riserva di Caccia Santa Franca, provincia di Cremona, area pianeggiante con zone boschive e umide ospita numerose beccacce nel periodo del passo.

Scopri nuovi spot e condividi la tua passione con Wild Society App, è gratuita e puoi scaricarla qui!

A presto,
Vittorio

Altro dal blog

Torna su