Come Scegliere la Canna da Spinning

COME-SCEGLIERE-LA-CANNA-DA-SPINNING
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin


Come scegliere la canna da spinning: per aumentare il più possibile le possibilità di una cattura è importantissimo valutare ogni fattore, specialmente questo!

La pesca spinning è una delle tecniche più conosciute ed affascinanti nel mondo della pesca sportiva ed amatoriale ed è rivolta alla pesca dei pesci predatori.

Il nome deriva dall’inglese Spin cioè ruotare, questo perché le prime esche a forma di cucchiaini “spoon” una volta recuperate producevano un movimento rotatorio che attirava il pesce.

Come Scegliere la Canna da Spinning: La canna

La lunghezza di una canna viene misurata dalla punta fino all’estremità del calcio.

Le canne da pesca variano in lunghezza da circa 1,80 mt fino a 2,5 mt.

Le canne più lunghe spesso si dividono in più pezzi per facilitarne il trasporto.

A seconda di dove peschi e di cosa peschi, dovrai scegliere una lunghezza corretta della canna.

Le canne più corte raggiungono distanze più brevi e sono solitamente utilizzate per esche leggere.

Ti permettono anche una migliore gestione quando stai combattendo con un pesce, quindi potrebbe essere appropriata per la pesca dalla barca, dal belly boat oppure in wading.

Sono indicate anche per la pesca a traina, ottime quando la barca in movimento necessità di attrezzi bassi sull’acqua.

Canne più lunghe, raggiungono maggiori distanze di lancio.

Quindi sono utili per la pesca a lunga distanza e se si pesca in rive distanti dall’acqua.

Per esempio quando si pesca direttamente dalla battigia piuttosto che da un molo.

Canne più lunghe sono per esche più appropriate per il lancio di esche molto pesanti.

Come Scegliere la Canna per la Pesca a Spinning: il Grezzo

Per scegliere la canna da spinning adeguata è necessario dividere le varie componenti per ottenere il meglio da ognuna.

Ora ci concentriamo sul grezzo, la canna nuda e cruda, senza anellatura e porta-mulinello.

Le caratteristiche sono diverse in base al materiale di cui è composta e la sua forma.

Il materiale un tempo più utilizzato era la fibra di vetro.

Oggi giorno invece, le migliori canne sono costituite da fibra di carbonio, le fibre di poliacrilonitrile vengono trattate ed immerse in una resina epossidica che ha il compito di indurire e fissare le fibre intrecciate di carbonio.

Sono proprio le variazioni in questo processo che determinano l’elasticità del grezzo.

L’Anellatura

L’anellatura è sicuramente un elemento importantissimo se parliamo di spinning in quanto alcune tecniche utilizzano trecciati molto usuranti come nel caso dello spinning in saltwater.

Spesso accade di acquistare della canne da spinning di gran marca con dei grezzi di qualità ma con montati degli anelli scadenti.

Bisogna sempre fare parecchia attenzione in quanto in poco tempo si rischia di dover cambiare tutta l’anellatura, operazione che spesso supera di oltre la metà il costo della canna nuova.

Parlando di anelli troviamo l’apicale, il primo anello da controllare in quanto è quello più soggetto a usura.

Ce ne sono comunque diversi anelli in commercio.

  • Qui puoi trovare una lista di alcuni anelli ai quali ti consiglio di dare un occhiata:
  • Hardloy sono economici dal discreto scorrimento ed usura
  • Alconite sono anelli di ottima qualità in merito alla resistenza all’abrasione ed allo scorrimento, vanno bene anche con i trecciati
  • Sic di alta qualità
  • Titanio sono scorrevolissimi e resistentissimi all’usura, hanno il pregio di essere molto leggeri.

Ci sono però alcuni anelli che ho omesso dalla lista per la loro qualità

Per esempio gli anelli in Cermet proprio per la loro altissima qualità sono poco comuni a causa dell’alto prezzo.

COME-SCEGLIERE-LA-CANNA-DA-SPINNING

Come Scegliere la Canna per la Pesca a Spinning: il Numero di Segmenti.

Anche in questo caso bisogna stare molto attenti quando si parla di segmenti.

Bisogna valutare la quantità di segmenti che la nostra canna da spinning deve contenere.

A questo punto ci troviamo di fronte a quattro scelte:

  • Monopezzo: Ha la peculiarità di dare una maggiore sensibilità al pescatore captando anche il più piccolo tocco del pesce. Inoltre può gestire qualunque tipo di esca artificiale. Ha però la nota negativa della pessima trasportabilità, difficilmente possiamo tenerla per lunghe tratte in auto e nel trasporto è facile da danneggiare.
  • Due pezzi: Ottime canne da pesca costruite con moderni materiali che ne migliorano notevolmente la qualità sono. Se ne sono accorti in molti tra cui gli sportivi, infatti sono tra i modelli più diffusi tra i pescatori sportivi. La scelta fra questi due modelli è prettamente personale, consigliamo l’uso di entrambe per valutare al meglio. Sfruttate le battute di pesca in compagnia che sono sempre utili per testare nuovi materiali e nuove esche.
  • Tre e Quattro pezzi: denominate spesso Travel, hanno la peculiarità di essere molto comode per il trasporto. Sono infatti ottime in caso di viaggi anche in località lontane per la loro facilità nel viaggio. Questo genere di canne sono ottime per i neofiti dello spinning.

Per l’acquisto è importante affidarsi a marchi conosciuti sinonimo di qualità, resistenza e rivendibilità.

L’Azione

L’azione è importante per tutti gli stili di pesca.

Infatti i materiali che compongono il grezzo hanno caratteristiche diverse ed in base a queste ci saranno delle sollecitazioni diverse all’azione.

Qui arrivano in aiuto le case produttrici di canne da pesca che hanno fornito delle sigle per riassumere le caratteristiche:

  • S Slow (canna ad azione morbida)
  • M Moderate (canna ad azione di media potenza e moderata rigidità)
  • MF= Moderate Fast (canna ad azione medio veloce e mediamente rigida)
  • F= Fast (canna ad azione veloce, pronta e rigida)
  • H= Heavy (canna ad azione potente e rigidissima)
  • Un altra suddivisione delle azioni si basa sulla lunghezza del lancio e su come gestire gli artificiali e ed il pesce in fuga:
  • Azione di punta: la canna si piega nella parte superiore dove si trova il cimino
  • Azione parabolica: la canna si piega tutta dalla punta sino alla base
  • Azione progressiva: la canna si piega dal cimino sino alla parte superiore al mulinello.

Scopri molto di più sulla pesca qua su WildSocietyApp!

Altro dal blog

Torna su