Come Pescare a Drop Shot: Info Utili e Accorgimenti

Come pescare a drop shot
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Come Pescare a Drop Shot: tecnica definita tra le più interessanti, è capace di regalare soddisfazioni quando nessun altro metodo sembra funzionare.

Imparare e padroneggiare questa tecnica ci permetterà di non finire in giornate no dove sembra impossibile catturare un pesce.

Il Drop Shot è una declinazione della pesca a spinning che permette di pescare tenendo un artificiale siliconico sollevato dal fondo.

E’ una tecnica nata per pescare in profondità e su diversi tipi di fondale ma risulta adattabile anche a pochi metri di fondale.

Questo stile di pesca simula il movimento naturale delle prede che si trovano in natura ed è perfetto per catturare predatori come il black bass, il persico reale ed il lucioperca. 

Preparare correttamente l’attrezzatura ed usare la tecnica giusta sono la base per aumenterai le tue possibilità di catturare i pesci.

Ora entriamo nel dettaglio di come pescare a drop shot.

Configurare il tuo Rig

La prima e fondamentale parte da seguire per imparare come pescare a drop shot ha a che fare con la configurazione del tuo rig.

Bisogna infatti utilizzare una canna media o leggera che renderà più facile rilevare gli attacchi durante l’azione di pesca.

Una canna light garantisce un’ottima piega, in modo che quando la muovi, la tua esca si muove in modo realistico.

I produttori creano anche canne appositamente progettate per la pesca drop shot, principalmente monopezzo per la pesca del black bass.

Dopodichè bisogna infilare il filo trecciato da 4,5–9,1 kg (10–20 libbre) attraverso gli anelli della canna. 

Collegare poi un finale in fluorocarbon da 5-6-8 libbre al filo trecciato ed utilizzare un nodo (Tony Pena) indicato a collegare il finale in fluorocarbon.

 Il terminale potrà essere lungo ed entrare nel mulinello per qualche giro di mulinello.

 Il piombo, l’amo e l’esca andranno su questo leader in fluorocarbon.

Il fluorocarbon è meno visibile alla maggior parte dei pesci, motivo per cui dovresti usarlo alla fine della lenza.

Assicurati che il nodo sia ben fatto in modo che il leader non si stacchi dalla treccia.

Procurati poi un amo da drop shot con occhiello circolare, è importante utilizzare un amo drop shot di dimensioni 1-2 quando si imposta il rig.

Quindi, usa un nodo palomar, un nodo girevole o un nodo uni per fissare l’amo al leader. Assicurati che l’amo sia rivolto verso l’alto.

Quando si effettua il nodo bisogna lasciare uno spezzone di filo a cui andrà legato il piombo. 

Lo spezzone deve essere più o meno lungo a seconda della distanza che vogliamo far tenere all’esca rispetto al fondale.

Se peschiamo dentro l’erba il finale deve essere abbastanza lungo per far si che l’esca abbia visibilità mentre si divincola tra l’erbaio.

A differenza se peschiamo su fondo roccioso e liscio possiamo diminuire la distanza dal fondo ed accorciarlo.

Bisogna poi attaccare un piombo al leader in fluorocarbon.

Si può usare un peso adatto al diametro di terminale che stai utilizzando, ed alla profondità di acqua che andrai ad affrontare. 

Se i pesci sono poco attivi puoi utilizzare un piombo leggero che rallenti la caduta dell’esca. 

Al contrario se pesci su pesci attivi puoi aumentare il peso.

In commercio esistono piombi in tungsteno molto piccoli e pesanti, questi sono indicati per raggiungere grandi distanze. 

Grazie alla durezza del materiale con cui sono fatti, avrai una maggiore percezione di cosa colpirai sul fondale. 

Il tungsteno a differenza del piombo e anche meno inquinante per l’ambiente!

Come pescare a drop shot

Come Pescare a Drop Shot

Dopo i tecnicismi entriamo ora nella parte dell’azione di pesca su come pescare a drop shot.

In primis, devi lanciare la tua esca ed attendere che colpisca il fondo, come abbiamo detto prima però è importante mantenere il contatto con l’esca.

Cerca infatti di non lasciare mai il filo in bando questo perchè puoi avvertire la mangiata anche in fase di caduta dell’esca.

La modalità di recupero standard è quella di recuperare con dei saltelli più o meno veloci, facendo scendere l’esca verso il fondale durante le pause.

Se peschi con amo scoperto, ti basterà far calzare l’esca dalla parte superiore per renderla libera di muoversi durante il recupero.

Parlando di esche ci sono una molteplici varietà che si possono utilizzare, le più comuni sono shad, vermi dritti, grub, piccoli gamberi, e creature.

 Se utilizzi un amo con punta scoperta, una volta avvertita la mangiata ti basterà sollevare la canna facendola curvare per allamare correttamente il pesce. 

Se a differenza peschi con un amo wide gap e con la punta inserita nella gomma, allora dovrai ferrare come si fa quando si pesca con una jig head.

Questi erano i nostri consigli su come pescare a drop shot.

Essendo la pesca drop shot una variante della pesca a spinning ti consiglio di leggere anche i nostri articoli su come pescare a spinning per capire al meglio come padroneggiare questa tecnica di pesca.

Scoprili tutti nella sezione blog di WildSocietyApp!

Altro dal blog

Torna su