Cani da Caccia : Razze, Addestramento e Tanto Altro!

cani da caccia
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Se non fosse per loro tante volte torneremmo a mani vuote. Ma sei sicuro di sapere tutto sui cani da caccia?

I cani da caccia sono quell’insieme di razze che viene utilizzato per aiutare l’uomo nelle attività venatorie.

Sono il risultato di secoli e secoli di selezione basata su fattori come la forza, la velocità, la resistenza alla corsa e l’olfatto.

Ogni tipologia di caccia ha la propria razza, la varietà è davvero notevole!

Ci sono cani da caccia piccoli, bassi, grossi, tozzi e ognuno ha il proprio compito e la propria preda.

Sono razze piene di energia, hanno una forte necessità di correre e giocare tant’è che, per la noia, tenderanno a scappare.

Alcuni esperti cinofili consigliano di portare il cane a caccia anche senza fucile permettendogli di cercare e scovare ciò che desiderano.

Con loro le passeggiate al guinzaglio non bastano, hanno troppe energie da sfogare!

I cani da caccia possiedono un carattere molto emotivo: hanno tendenze ansiose e soffrono molto l’assenza del padrone con cui instaurano un legame talmente profondo che non è raro sfoci in una dipendenza emotiva. 

Se ne sentiranno troppo la mancanza potranno persino cadere in depressione.

Comunque hanno un temperamento mite e la loro indole è docile.

Non sono cani rumorosi e irruenti, tendono ad essere coccoloni, affettuosi e protettivi anche nei confronti dei bambini.

Ciò che rende così speciali i segugi è il fatto che abbiamo un tono della voce modulabile.

È una componente di notevole importanza dato che è ciò che permette la comunicazione tra conduttore e cane.

Tutte le doti dei segugi emergono quasi sempre spontaneamente ma, un buon addestramento e allenamento sicuramente andranno ad enfatizzarle.

Solitamente si consiglia di iniziare al settimo mese di età con l’educazione di base (vieni, seduto,resta ecc.) per poter gestire il cane nella quotidianità.

Per quanto riguarda l’attività venatoria, l’ideale è portare l’intera muta (il novizio dall’anno di età) in zone con un’ampia presenza di selvaggina e osservare quale compito è più adatto ad ogni cane.

Cani Da Caccia: Suddivisione delle razze

Con il tempo e la definizione più accurata delle razze si è deciso di suddividerle in gruppi in base al loro scopo venatorio.

Sono stati divisi in: cani da ferma, cani da riporto, cani da seguita, cani da tana e cani da traccia.

Cani da ferma

La selezione di queste razze si è compiuta all’incirca con l’arrivo delle armi da fuoco.

Sono quei cani utilizzati per individuare e segnalare la presenza della preda al cacciatore.

Non andranno quindi ad inseguirla ma si fermeranno in punta/ferma per indicare il luogo del nascondiglio.

Si mettono in posizione eretta sollevando una delle due gambe anteriori e con il muso indicano il luogo dove si trova il selvatico.

Sono razze utilizzate principalmente per la caccia a fagiani, starne e pernici.

Cani da ferma continentali:
  • Bracco D’Ariege
  • Bracco D’Auvergne
  • Bracco del Bourbonnais
  • Bracco di Burgos
  • Bracco Francese tipo Gascogne
  • Bracco Francese tipo Pirenei
  • Bracco Italiano
  • Bracco Portoghese
  • Bracco Saint Germain
  • Bracco Slovacco
  • Bracco Ungherese
  • Cane da Ferma Boemo
  • Cane da Ferma Tedesco
  • Epagneul Bleu De Picardie
  • Epagneul Breton
  • Epagneul De Pont 
  • Epagneul Francais
  • Epagneul Olandese di Drent
  • Epagneul Picard
  • Gammel Dansk Honsehund
  • Grande Muensterlander
  • Griffone a pelo duro (Korthals)
  • Piccolo Muensterlander
  • Pudel Pointer
  • Spinone italiano
  • Stabyhound
  • Weimaraner

Cani da ferma britannici:

  • Pointer inglese
  • Setter Gordon
  • Setter inglese
  • Setter irlandese 

Cani da riporto o Retriever

Il compito di queste razze è quello di riportare la selvaggina abbattuta dal cacciatore.

Hanno un carattere meraviglioso infatti sono molto apprezzate da tutti anche al di fuori dell’ambito venatorio.

Sono socievoli, dolci e giocherelloni ma necessitano comunque di una mano ferma per l’addestramento.

Queste razze sono impiegate in moltissimi ruoli: pet therapy, Soccorso Alpino, antidroga, per la guida dei ciechi e tanto altro ancora.

Le razze che appartengono a questa categoria sono:

  • Labrador Retriever
  • Golden Retriever
  • Flat Coated Retriever
  • Chesapeake Bay Retriever
  • Curly Coated Retriever
  • Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Cani da seguita o da seguito

Sono quelle razze utilizzate per l’omonima caccia alla selvaggina da pelo sia di grande che piccola taglia.

Il compito dei cani da seguita è quello di scovare e inseguire le prede per poi mandarle verso i cacciatori.

Solitamente viene utilizzata una muta di segugi ma si può anche uscire con uno o due in base a come viene organizzato il lavoro.

La scelta migliore è quasi sempre quella di addestrare il cane specializzandolo in una sola fase di caccia in modo che svolga la propria parte senza andare a disturbare quella degli altri.

Capita anche che ci sia una sorta di jolly, il cane di testa, che sa giostrarsi egregiamente tra i vari compiti.

Più nello specifico la caccia con cane da seguita si divide in quattro parti:

  1. La cerca in cui il cane segue la pista fino a rintracciare la preda. Un buon esemplare da seguita non deve distrarsi con tracce, magari più forti, ma deve sempre restare focalizzato su quella data. Inoltre è molto importante che la muta sia molto in sintonia per poter comunicare il luogo verso cui indirizzare il cacciatore.
  2. L’accostamento che richiede un cane intelligente, agile e sicuro che richiami l’attenzione del conduttore quando necessario
  3. Lo scovo che spesso viene assegnato a due cani in modo che uno stia nel bosco e l’altro nel pulito nel caso dovesse scappare la preda.
  4. La seguita è la parte finale in cui, una volta scovato il selvatico, viene portato verso i cacciatori.

L’addestramento del cane da seguita consiste prevalentemente nel lasciargli scovare la selvaggina in diversi territori.

Se si vuole specializzare il cane nella caccia alla lepre, ad esempio, lo si porterà in zone dove è molto presente la lepre per fare in modo che non verrà distratto da tracce di altri animali.

Qui un elenco completo di tutte le razze dei cani da seguito:
  • Anglo Français de Petite Vénerie
  • Ariégeois
  • Basset blue de Gascogne
  • Bassethound
  • Basset Artésien Normand, Basset fauve de Bretagne
  • Beagle, Beagle Harrier
  • Billy
  • Black and Tan Coonhound
  • Bloodhound o Cane di sant’Uberto
  • Briquet Griffon Vendeen
  • Chien D’Artois
  • Drever
  • Dunker
  • Foxhound, Foxhound Americano
  • Français Blanc et Noir, Français Blanc et Orange, Français Tricolore
  • Grand Basset Griffon Vendeen, Grand Bleu De Gascogne, Grand Griffon Vendeen
  • Griffon bleu de Gascogne, Griffon Fauve De Bretagne, Griffon Nivernais
  • Haldenstovare
  • Harrier
  • Hygenhund
  • Otterhound
  • Petit Basset Griffon Vendéen, Petit Bleu de Gascogne
  • Piccolo Segugio Della Svizzera
  • Poitevin
  • Porcelaine
  • Sabueso español
  • Schiller stovare
  • Segugio svizzero, Segugio austriaco nero focato, Segugio della Bosnia a pelo duro 
  • Segugio della Stiria a pelo ruvido
  • Segugio della Transilvania
  • Segugio della Westfalia
  • Segugio dell’Appennino
  • Segugio dell’Istria a pelo duro e Segugio dell’Istria a pelo raso
  • Segugio ellenico
  • Segugio finlandese
  • Segugio italiano a pelo forte e Segugio italiano a pelo raso, segugio maremmano
  • Segugio polacco
  • Segugio serbo
  • Segugio posavatz
  • Segugio tedesco
  • Segugio tirolese
  • Segugio tricolore Jugoslavo Segugio tricolore Iugoslavo da montagna
  • Slovensky kopov
  • Smalandsstovare

cani da caccia
Cani da caccia

Cani da tana

Le caratteristiche delle razze dei cani da tana sono le piccole dimensioni, l’agilità e un grande coraggio necessario per entrare in tane buie e strette non sapendo cosa trovarsi.

Il loro lavoro consiste nel trovare le tane, capire se in quel momento sono occupate e buttarcisi al loro interno.

Una volta che il cane si sarà intrufolato nei cuniculi sotterranei cercherà di fare uscire il selvatico a costo di combatterci.

Proprio per questo la struttura mandibolare di queste razze è particolarmente sviluppata, cosa che si nota particolarmente nei canini.

Come si sviluppa la caccia con cane da tana:

  1. in primo luogo il cacciatore dovrà cercare una zona favorevole alla caccia, una volta trovata la tana la indicherà al cane.
  2. il cane, una volta accertato che in quel momento è abitata, si introdurrà al suo interno
  3. a questo punto andrà a lottare con il selvatico fino a farlo uscire dalla tana dove ci sarà il cacciatore pronto ad aspettarlo.
Per quanto riguarda l’addestramento dei cani da tana esso consiste in una vera e propria simulazione di quella che poi sarà la battuta di caccia.

Il padrone andrà a ricreare l’ambiente della tana in modo che il cane si abitui a scavare e ad intrufolarsi.

Essendo un addestramento graduale più passano i mesi e più il cane sarà messo alla prova con veri e propri labirinti di gallerie sotterranee. 

Le razze dei cani da tana:

  • Jack Russell Terrier
  • Bassotto Tedesco
  • Bedlington Terrier
  • Border Terrier
  • Fox Terrier
  • Jagdterrier

Cani da sangue o da traccia

La caratteristica principale di queste razze è senza ombra di dubbio la finezza del loro olfatto.

Il loro lavoro consiste nel trovare e seguire la traccia di sangue che lascia il selvatico precedentemente ferito, o ucciso, dal cacciatore.

Sono cani impiegati, oltre che nell’ambito venatorio, anche per recuperare animali rimasti coinvolti in investimenti automobilistici.

Sono gli unici cani a lavorare dopo lo sparo, dalle 2 alle 48 ore successive.

L’addestramento del cane da traccia parte con i normali comandi di base con l’eccezione dello svolgimento della prova dello sparo.

Deve essere un animale pacato e riflessivo, vedere la reazione che avrà allo sparo è di notevole importanza.

Generalmente intorno ai 7-8 mesi di età si inizierà con l’addestramento su tracce artificiali dove il conduttore andrà a creare un percorso di sangue fresco in una zona senza distrazioni e dopo 2-3 ore vi ci porterà il cane.

La pista potrà essere lunga anche solo una decina di metri l’importante è che alla fine il cane trovi un pezzo di pelle, un osso o uno zoccolo di un selvatico.

È consigliabile non utilizzare due volte lo stesso pezzo per non limitare l’entusiasmo e la gratificazione del cane ed è di assoluta importanza che il cane non lo mangi ma piuttosto venga premiato con i bocconcini.

Con il tempo si andrà poi ad aumentare la lunghezza e la difficoltà della pista artificiale fino a che il cane non sarà pronto per una battuta di caccia vera e propria.

Il cane da traccia verrà anche addestrato alla difesa del selvatico nel caso in cui il conduttore avesse bisogno di tempo per raggiungerlo o dovesse chiamare qualcuno per spostare la carcassa.

Questa fase di addestramento è molto delicata, dato che si rischia di rendere il cane aggressivo, è perciò consigliato farsi assistere da qualcuno di esperto.

Le razze dei cani da sangue hanno nomi tedeschi poiché sono razze nate in Germania e tuttora è lo stato che si interessa maggiormente dell’addestramento e dell’allevamento di quest’ultime:
  • Hannoverscher Schweisshund (il segugio di Hannover)
  • Bayerischer Gebirgsschweisshund (il segugio bavarese)
  • Alpenläendische Dachsbracke
  • Bassotto Tedesco

Fedeli e pronti a difenderci con la loro stessa vita i cani da caccia saranno sempre i nostri migliori aiutanti durante le battute.

Se vuoi scoprire tanto altro ancora sulla caccia scarica WildSocietyApp e continua a leggere il nostro blog!

Altro dal blog

Torna su