APPLICAZIONE PESCA: Quali Utilizzare e Perché farlo?

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Stai cercando un’applicazione pesca per le tue avventure?

Oggi parleremo di ciò che ci può tornare utile per diversi fattori quando andremo a pescare, in primis nella ricerca dello spot ideale dove affrontare la nostra sessione fino ad arrivare a quanto può sembrare banale, ma che in realtà non lo é, ovvero postare una foto di buona qualità anche quando i mezzi a nostra disposizione sono un semplice smartphone o action cam. 

Ogni passaggio dal primo all’ultimo può essere semplificato con l’applicazione pesca dedicata, andiamo a scoprirle insieme in questo breve e semplice articolo anche se i fattori che possono migliorare le nostre battute di pesca sono tanti: 

-Quale tecnica è più proficua? 

-Dove vado a pescare? 

-Quali esche utilizzo in questo periodo? 

-Conosco qualcuno che può aiutarmi in zona? 

-Come “cambiare” lo sfondo per preservare lo spot? 

-Anche se non é il mio lavoro riesco ad avere una foto di qualità o quantomeno che sia d’impatto? 

-Dove posto la mia foto? 

Come dicevo, si può utilizzare un applicazione pesca per ognuno di questi quesiti, o addirittura app che includano molti parametri/fattori utili senza “rimbalzare” da un’app all’altra. 

1) Condizioni meteo 

Per ciò che riguarda il meteo se parliamo di visualizzare semplicemente se piove o c’é il sole, ci si può affidare a quella che si preferisce dato che bene o male sono tutte abbastanza in linea tra loro, ma se vogliamo approfondire con un’applicazione pesca dedicata all’attività predatoria in base alle fasi lunari, sicuramente una delle più efficaci é Fishing & hunting Solunar che é in grado di fare previsioni a fasce orarie in base alla location, sia sul giorno in cui si utilizza, che per il giorno successivo nella versione gratuita o addirittura per l’intera settimana con il pacchetto PRO che ha una spesa irrisoria di 3,39 euro. 

NB Ricordiamo sempre che si parla di previsioni, quindi stiamo parlando di una linea guida e non della certezza matematica, però’ da quel tocco in più’ di fiducia quando le percentuali sono alte e viceversa quel tocco in più di sfida quando l’app da già per scontato che tu debba cappottare pesantemente 🙂 

2) Ricerca dello spot di pesca

Veniamo ora ad una applicazione pesca già comunemente usata nella vita di tutti i giorni per effettuare spostamenti.

Google maps é sicuramente uno di quegli strumenti che non deve mancare nella ricerca di un nuovo spot, anche se con una delle applicazioni che spiegherò in seguito avremo una mappa ben più dettagliata per quanto riguarda i nostri interessi.

Utilizzando la modalità satellite, potremo cercare molte cose utili per migliorare le nostre sessioni di pesca senza girare a vuoto, come ad esempio vedere dall’alto la conformazione del fiume e cercare lo spot più adatto sia a livello di comodità (strade e sponde), sia per scovare quello che più ci interessa in base alla tecnica che andiamo ad affrontare (cascate, giri d’acqua, lanche, affluenti).

3) Quali esche utilizzare in base al periodo

Questa scelta a volte può essere scontata, ma non sempre lo é o perlomeno non per tutti, però con la prossima applicazione pesca andremo a “ottimizzare” anche questo punto.

Wild Society app di primo impatto o per chi ne effettua un utilizzo base, può sembrare una normalissima piattaforma social come tante altre dove condividere le proprie catture, ma in realtà offre gratuitamente un sacco di informazioni e statistiche utili per ciò che riguarda la nostra amata pesca e non solo, ad esempio anche per chi ama la caccia o addirittura chi va a raccogliere i funghi!

Wild society se utilizzato correttamente, può fornire dati importanti e allo stesso tempo inserendo maggiori informazioni possibili riguardo le proprie catture, può essere d’aiuto per altri utenti.

Come?

Wild Society App è un app che va oltre al postare la foto, al proprio profilo si può aggiungere un sacco di informazioni, ad esempio c’è la sezione gear dove inserire la propria “fishing room” virtuale.

Canne, mulinelli, esche, accessori e persino il vestiario utilizzato (con tanto di scheda tecnica),  possono essere inseriti in primis sul proprio profilo e successivamente selezionati ogni qualvolta si posti una cattura.

Oltre a questo, tra le varie funzioni si può inserire:

-Specie

-Tecnica utilizzata

-Data e orario della propria cattura

– Meteo 

-Condizioni dell’acqua 

Misure della cattura in kg e cm

– Rilascio si/no

applicazione pesca

In questo modo più’ dati noi inseriamo,più’ gli altri utenti avranno dati su cui basarsi, valutare quali esche siano più’ proficue in base al periodo e capire in quali condizioni meteorologiche ci sia più’ probabilità’ di successo.

Come se non bastasse la maggior parte delle gear presenti sono tutte acquistabili nello store all’interno dell’app a prezzi competitivi.

applicazione pesca

Un vero e proprio negozio virtuale fornitissimo dato che molti negozi da tutta italia ne fanno parte, uno dei vantaggi e’ quello di fare acquisti multipli da diversi di essi pagando la singola spedizione.

WS non é un semplice social dove postare, ma un vero e proprio strumento d’aiuto per molteplici delle nostre esigenze.

Ah, dimenticavo!

 Della mappa ne vogliamo parlare? Un sacco di punti di interesse e di catture registrate dagli utenti, insomma un’app tutta da scoprire!

migliore applicazione pesca


————————

===> PUOI SCARICARE WILD SOCIETY APP QUI! (è GRATIS!)

————————

3) Editing foto

Avere una bella foto ricordo, non è poi così complicato come sembra, ad oggi infatti con un semplice smartphone si possono scattare foto di buona qualità anche se siamo in solitaria.

Basta una piccola ricerca in internet per avere un cavalletto compatto o meglio ancora a ragno, con spese al di sotto di 20 euro si possono già comprare prodotti di sufficiente qualità.

Riguardo l’editing delle foto c’e’ davvero troppo da scrivere, quindi lo scopriremo nel dettaglio durante il prossimo articolo 😉 per ora cominciate a scaricare queste applicazioni e a provarle, giusto per prenderci la mano.

Snapseed (regolazione luci/contrasto)

Picsart (sovrapposizione sfondo)

-Eraser (ritaglio foto e PNG)

-Lightroom (regolazione luminescenza colori nel dettaglio)

Ognuna di queste app ci interessa per uno scopo specifico che ho inserito tra parentesi come punto di forza rispetto alle altre citate.

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto, ci si vede alla prossima lettura 😉

Zanardelli Stefano Team WS

Altro dal blog

Torna su